Cascina, bando per contributi a nuove attività nel centro storico

Cascina
Giovedì, 5 Luglio 2018

Arrivano gli incentivi economici per le attività commerciali del centro storico di Cascina.

In una conferenza stampa è stato presentato il “bando per la concessione di contributi a fondo perduto finalizzati alla creazione di nuove imprese e all’apertura di nuove unità locali nel centro storico”.

“E’ una prima nostra risposta alle tante richieste dei commercianti, alle loro difficoltà, dovute anche alla chiusura del Corso” afferma l’Assessora al Commercio, Sonia Avolio.

E il tema della possibile riapertura di Corso matteotti è stato ribadito anche dalla Sindaca, Susanna Ceccardi: ”Oltre ad essere un sforzo economico che fa seguito alla diminuzione della tassa Cosap, stiamo pensando ad interventi strutturali per il Corso, i nostri uffici tecnici stanno lavorando per rendere non onerosa e fattibile una prima sperimentazione di riapertura  al traffico del corso principale.”

L’intento dell’Amministrazione Comunale è quello di incentivare l’arrivo di nuove attività imprenditoriali nel centro storico con incentivi importanti per un ammontare complessivo annuo di 150.000 euro, su tre anni. Con chiare e ben precise delimitazioni: favorire il made in italy, le tradizioni culinarie ed artigianali del territorio e le produzioni tipiche anche artistiche ed artigianali.

“E’ un modo anche di contribuire alla riapertura di fondi sfitti da anni, facilitando l’incontro tra chi volesse avviare una nuova attività e i proprietari dei locali sfitti. La ripartizione dei fondi è stata così definita, dei 50.000 euro disponibili ogni anno, 32.000 per nuove attività e 18.000 per quelle esistenti che investono in nuovi macchinari, in videosorveglianza, ristrutturazioni” così il Vicesindaco e Assessore al Bilancio, Dario Rollo.

Clicca QUI e ascolta l'intervista a Dario Rollo da tablet o smartphone

 

Alla presentazione del bando non potevano mancare i rappresentanti delle due associazioni di categoria: La Confcommercio con la Presidente Federica Grassini e la Confesercenti  Toscana Nord con il suo Responsabile Area Pisana, Simone Romoli. Entrambi molto soddisfatti della scelta del Comune di cascina che va incontro alle tante sollecitazioni dei commercianti cascinesi da loro rappresentati e hanno voluto sottolineare le novità e le peculiarità di questo bando che per la prima volta riduce sensibilmente il livello burocratico necessario per accedere ai contributi. Un bando a cui hanno lavorato di certosino gli uffici preposti coordinati dal Responsabile della Macrostruttura Affari Generali, Dott.ssa Paola Rosellini.

Clicca QUI e ascolta l'intervista a Federica Grassini da tablet o smartphone

Clicca QUI e ascolta l'intervista a Simone Romoli da tablet o smartphone

 

Chiaramente non mancano le limitazioni che impediscono ad alcuni soggetti di poter fare domanda, non vengono ammesse attività che vendono articoli per adulti, mono prezzo, al cui interno insistono apparecchi per il gioco d’azzardo (tipo video poker) e quelle di compro oro.

Un centro storico che l’Amministrazione Comunale vorrebbe più frequentato, più vivo, più sicuro.  Molti i commercianti presenti alla conferenza stampa, esercenti che però sulla questione della riapertura del Corso sono ancora divisi, così come lo furono i residenti durante una raccolta firme che superò il migliaio di adesioni.

Il Bando è già stato pubblicato sul sito del Comune di cascina, la cui scadenza è stata fissata al 5 settembre 2018. Per prenderne visione visitare il sito www.comune.cascina.pi.it

Interviste a cura di Carlo Palotti

luca.doni