Con l'Atletico il Redini diventa lo stadio di tutti. Accordo trovato con il Cascina

Cascina
Sabato, 6 Ottobre 2018

Dopo le beghe legate al bando di gestione e il colpo di scena degno di un legal thriller all'americana (per maggiori info leggi la linkografia a fondo pagina), con l'assegnazione alle buste all'Atletico Cascina, il Redini diventa lo stadio di tutti i cascinesi.

Intorno al centro sportivo di Piazzale Enzo Ferrari, infatti, nei prossimi mesi graviteranno almeno quattro società sportive di Cascina, più le attività legate all'educazione motoria insegnata all'Istituto Pesenti.

L'Atletico Cascina, autore di un vero e proprio colpo di mano utile a strappare la struttura comunale al Cascina Asd, con l'inizio dell'autunno, apre alle altre realtà sportive del territorio.

Con un comunicato inviato ai media la società del presidente Sandro Castagna annuncia l'accordo trovato con la prima squadra (uso del sussidiario per gli allenamenti, partite casalinghe al Redini) e la formazione Allievi (partite interne al Redini) del Cascina Asd, più l'apertura delle trattative (a buon punto) con le società Arcieri Cascina e l'Atletica Cascina.

 

Questo di seguito il comunicato integrale dell'Asd Atletico Cascina

Come dichiarato dopo l’aggiudicazione del bando per la gestione dello Stadio Redini, l’ASD Atletico Cascina si è messa a lavoro per raggiungere in primis l’accordo con l’ASD Cascina per permettere alla prima squadra che milita nel campionato di Promozione di giocare le partite casalinghe proprio allo Stadio.

Dopo vari incontri, al primo dei quali ha partecipato anche l’assessore Cosentini, l’accordo è stato raggiunto: la prima squadra dell’ASD Cascina potrà allenarsi al campo sussidiario e giocare le partite allo Stadio Redini.

Sempre in ottica collaborativa, Atletico Cascina ha acconsentito ad una ulteriore richiesta, cioè far giocare la squadra Allievi dell’ASD Cascina le partite casalinghe sempre allo stadio.

Insomma, nonostante alcune polemiche gratuite a cui siamo stati sottoposti, i fatti ci hanno dato ragione.

Per quanto ci riguarda in maniera diretta, saranno le nostre due squadre maggiori, Giovanissimi under 15 e Giovanissimi B under 14, a giocare le partite casalinghe allo stadio, mentre dagli Esordienti 2006 fino ai Primi Calci 2012 disputeranno le partite casalinghe al campo Fiorentini.

Naturalmente, provvederemo ad organizzare, durante l’anno, tornei e manifestazioni di un certo livello allo stadio anche per quelle nostre categorie che non lo “vivono” quotidianamente.

C’è un gran lavoro da fare, senza dubbio. In questi ultimi mesi ci siamo dedicati con forza al Fiorentini, che si è rifatto il look: manto erboso, manutenzione sanitari, rinnovo infermeria, tinteggiature e nuovi spazi per riunioni ed eventi ludici.

Un lavoro che deve proseguire, ma che già oggi mostra i frutti della gestione dell’Atletico Cascina: una società giovane ma con circa 200 tesserati, che la fanno essere fra le prime, o forse addirittura la prima società come numero di tesserati del comune di Cascina.

L’accordo per lo Stadio Redini non si è fermato al calcio: Atletico Cascina ha avviato un’interlocuzione con altre due società che da anni “abitano” quegli spazi.

Ci riferiamo agli Arcieri Cascina e all’Atletica Cascina: gli accordi sono praticamente raggiunti, mancano alcuni piccoli dettagli e la formalizzazione.

L’obiettivo comune è stato quello di trovare accordi che permettano alle due società di praticare la propria attività e all’Atletico Cascina, in qualità di gestore, di avere quegli stessi spazi debitamente manutenuti.

Proprio la manutenzione è risultata essere l’aspetto carente che abbiamo trovato al momento del nostro ingresso al Redini: non ci scoraggiamo e siamo pronti a lavorare per garantire il meglio di un bene pubblico che vede ogni giorno la frequentazione di ragazzi e adulti.

Anche perché, gli spazi dello Stadio sono a disposizione dell’Istituto Pesenti e dei suoi studenti per le lezioni di Scienze Motorie.

Fonte Consiglio Direttivo Asd Atleti Cascina

 

LEGGI ANCHE

Contro ogni previsione: l'Atletico Cascina vince il bando e si prende lo Stadio Redini

Cascina, nuovi problemi per le convenzioni degli impianti sportivi

Convenzione per il Redini troppo onerosa: il Cascina rischia di rimanere senza campo

carlo.palotti