"Con Pisa e Cascina alla Lega si cambia la storia". Carmassi VS Ziello

Bientina
Venerdì, 3 Agosto 2018

Dario Carmassi, sindaco di Bientina eletto lo scorso anno con il 74% dei voti, si "accolla" i rischi di un possibile effetto boomerang e con un post su facebbok attacca l'assessore al sociale di Cascina, nonché deputato della Lega, Edoardo Ziello.

Al centro della storia raccontata dal primo cittadino bientinese in quota PD, l'assemblea Apes (Azienda pisana edilizia sociale) di lunedì 30 luglio, quando dopo un'attesa di 45 minuti per l'assenza dei comuni di Pisa e Cascina, i lavori sono potuti finalmente iniziare.

Terminata l'introduzione degli ordini del giorno, la parola è passata a Ziello, che dopo un intervento di pochi minuti e una diretta facebook, ha lasciato l'aula per non fare più ritorno.

Nel post pubblicato su facebook, Dario Carmassi mette sotto accusa l'atteggiamento di Edoardo Ziello, presente all'appuntamento solo per "dichiarare al "popolo della rete" che era presente, che lui sì, lui c'era", per poi andarsene subito dopo.

"Non metto io la morale - cotinua Carmassi -. Spero che ognuno possa facilmente trarla. Noto però che sul post di commento alla sua diretta (molto seguita e totalmente autocentrata), scrive: "Con Pisa e Cascina alla Lega si cambia la storia.".

"Ecco - conclude il sindaco di Bientina - cambiamo il mondo, il futuro, le convenzioni, le abitudini, noi stessi... ma la storia direi che sarebbe meglio studiarla".

 

Qua di seguito il testo integrale del post pubblicato da Dario Carmassi

Clicca QUI e vedi il post su facebook da tablet o smartphone

 

A qualche giorno di distanza dall'accaduto, voglio raccontare una storia. Ci ho pensato bene prima, perché rischia l'effetto boomerang. Si tratta di una piccola storia, tutt'altro che insignificante. E il rischio me lo accollo.

Assemblea Apes convocata in comune a Pisa per le 10 di mattina di lunedì 30 luglio. Alle 10.45 la riunione non è ancora iniziata a causa dell'assenza determinante dei comuni di Pisa e Cascina. Si procede comunque ad un'introduzione informale dell'ordine del giorno. Finalmente entrano in aula anche i comuni ritardatari. La relazione tecnica termina attorno alle 11.15. Il Sindaco di Pisa assume la presidenza dell'assemblea e chiede se ci sono interventi. Si propone l'Onorevole Ziello, Lega Nord - presente in sala da appena quindici minuti. Non è il solo a chiedere la parola, ma è il primo a riceverla. Si alza e sale in cattedra (letteralmente). Appoggia il proprio tablet davanti a sé e fa un intervento di meno di quattro minuti. Non entro nel merito di ciò che esterna (che comunque né condivido, né reputo corretto). Terminato, si alza ed esce dall'aula. Se ne va.

Per capire cosa è appena accaduto mi servono alcuni minuti e la "soffiata" di un assessore più giovane di me. L'Onorevole - immagino presente in funzione della sua seconda carica, quella di Assessore del comune di Cascina - ha appena fatto una diretta facebook. Ha tenuto a dichiarare al "popolo della rete" che era presente, che lui sì, lui c'era. E poi se n'è andato.

Non metto io la morale. Spero che ognuno possa facilmente trarla. Noto però che sul post di commento alla sua diretta (molto seguita e totalmente autocentrata), scrive: "Con Pisa e Cascina alla Lega si cambia la storia.".

Ecco, cambiamo il mondo, il futuro, le convenzioni, le abitudini, noi stessi... ma la storia direi che sarebbe meglio studiarla.

carlo.palotti