Confagricoltura etichetta inutile e sterile la polemica per lo stato di emergenza del Monte Pisano

Calci
Venerdì, 9 Novembre 2018

Sullo stato di emergenza negato dal governo centrale al Monte Pisano interviene anche Confagricoltura Toscana che con il suo presidente Miari Sulcis dichiara: «Non ho mai visto un Governo o un'altra istituzione pubblica risarcire un incendio. Questa dei soldi negati dal Governo dopo l'incendio sul Monte Serra mi pare una polemica inutile e sterile che serve solo a questo o a quel politico a farsi un po' di pubblicità sui media».

A parlare è lo stesso Miari Sulcis che per i danni all'agricoltura causati dalla recente ondata di maltempo intente bussare alla porta della Regione Toscana per chiedere un aiuto economico agli agricoltori, riusciendo anche già a quantificare il danno in 5 milioni, insomma maltempo si, incendio no, sono i due pesi e le due misure del presidente di Confagricoltura Toscana.

«L'unica strada percorribilespiega Miari Fulcis, potrebbe essere il riconoscimento di una RC per risarcire i danneggiati veri da parte di chi ha appiccato il fuoco o da chi ha mal gestito (e molte volte non per sua incapacità) il bosco stesso. Un incendio è solo la fine prevedibile di una lunga serie di cause negative: dai terreni incolti alle costruzioni abusive. Una volta c'era la Forestale che presidiava il territorio, era a fianco degli agricoltori per suggerire la miglior pratica per la gestione del bosco e che interveniva sulle parti pubbliche direttamente con migliorie e gestioni».

massimo.corsini