Elenco fornitori del Comune di San Giuliano Terme: iscrizione semplificata on line

San Giuliano Terme
Giovedì, 25 Ottobre 2018

Grazie all’atto numero 45 approvato durante il Consiglio comunale dello scorso 18 ottobre, a partire dal 5 novembre i professionisti, le ditte artigiane e i fornitori interessati potranno candidarsi all’iscrizione tramite un procedimento semplificato e completamente online, reperibile sul sito istituzionale del Comune termale.

Previsto dal Codice degli appalti, il regolamento è uno strumento diretto a snellire i procedimenti amministrativi di affidamento degli appalti di servizi, lavori e forniture d'importo "sotto soglia" comunitaria, oltre che a facilitare la partecipazione delle piccole e medie imprese alla vita economica del territorio.

A sua volta, l'amministrazione comunale, dal prossimo 1° gennaio 2019, potrà attingere al nuovo catalogo di operatori economici idonei all'affidamento di contratti pubblici - cioè opportunamente vagliati in base ai requisiti previsti dal Codice degli appalti - con cui poter avviare trattative semplificate.

“Dotarsi di questo regolamento significa fare un ulteriore e importante passo verso la massima semplificazione a vantaggio delle imprese che si avvicinano all’amministrazione comunale di San Giuliano Terme – commenta il sindaco Sergio Di Maio –. Il nostro Comune, dal 2014, ha indetto 70 gare di varie tipologie e questo strumento va nella direzione che abbiamo tracciato nel programma di mandato: snellire le procedure di partecipazione alle gare.

Infine, l'applicazione di procedure di rotazione e di sorteggio, rigorosamente tracciate, impedirà la costituzione di rapporti preferenziali, favorendo la concorrenza tra gli operatori”.

L'elenco fornitori telematico sostituirà integralmente quelli vigenti a partire dal 1° gennaio 2019. Gli operatori economici e i professionisti iscritti sono pertanto invitati a "migrare" sulla nuova piattaforma, mentre gli interessati sono invitati ad aderire. Si segnala che, fin da ora, è attivo un servizio assistenza per supportare gli operatori nella fase di iscrizione”. Un dato importante da registrare, conclude Di Maio, sono anche i tempi di pagamento dei fornitori. Nel 2017 il comune ha pagato con appena 12 giorni di ritardo per poi recuperare nel corrente anno pagando addirittura i fornitori con 16 giorni di anticipo rispetto alla scadenza.”

 

(fonte ufficio stampa)

luca.doni