Il Comune di San Giuliano stanzia oltre 600mila euro per riaprire Via di Palazzetto

San Giuliano Terme
Venerdì, 26 Ottobre 2018

Ammonta a 611.624,71 euro l’impegno economico previsto dal progetto di fattibilità per la riapertura di via di Palazzetto, tra San Giuliano Terme e Asciano. Il progetto, approvato in linea tecnica dalla Giunta comunale lo scorso 16 ottobre, permetterà di consolidare i due ponti e l’argine tra i due fossi che da un anno e mezzo non consentono la riapertura al traffico della strada.

Ricordiamo che Via di Palazzetto, ubicata tra Asciano e San Giuliano Terme, è chiusa al traffico da circa un anno e mezzo a causa del cedimento del muro d'ala del ponticello sul canale di bonifica idraulica "La Vicinaia" in località La Figuretta nonché per il cedimento di porzione del rilevato stradale di via Sant'Elena in fregio al canale di bonifica idraulica denominato "La Carbonaia". Questo è un punto idraulico particolare nel quale i due fossi formano il fiume Morto passando sotto il fosso del Mulino che viene da San Giuliano Terme per sfociare a Pisa in Arno al ponte della Fortezza.

«Il tratto interessato dai cedimenti strutturali, spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Mauro Becuzzicomprende un ponte in cemento armato sul fosso della Vicinaia, un ponte mediceo sul fosso della Carbonaia e il tratto di strada che collega i due ponti situata in testa all'argine che divide i due fossi. La strada è comunale, ma la competenza sui fossi e sulle relative arginature è del Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno, ente istituito e sotto il controllo della Regione Toscana. Dopo aver ricevuto i nulla osta necessari da parte di tutti gli enti interessati, tra cui anche la Soprintendenza, si è giunti alla ratifica del progetto per la ristrutturazione dei due ponti, quello mediceo sul fosso della Carbonaia e quello sul fosso delle Vicinaie, e del tratto di strada che li collega, in modo da poter riaprire la viabilità tra via di Palazzetto, via Puccini e il proseguimento di via Sant’Elena stessa, strada bianca poderale. L’intervento previsto è risultato piuttosto complesso, in quanto il primo ponte è ad arco in muratura di mattoni pieni risalente all’epoca Medicea (1629), e perciò il lavoro di ristrutturazione deve essere conservativo, mentre la strada arginale, a causa della vicina presenza dei due fossi, è in condizioni statiche molto compromesse e necessita di lavorazioni importanti. I 611.624,71 euro sarebbero così ripartiti: 145.000 per il ponte sul fosso delle Vicinaie, 86.096 per il ponte mediceo e 380.528,71 per il rifacimento completo della strada. La prossima settimana incontreremo il “Comitato dei cittadini di Via Di Palazzetto” per spiegare loro il progetto».

«Sulla questione di via di Palazzetto noi, come amministrazione comunale, abbiamo fatto la nostra parte: presentare e approvare il progetto di recupero entro il 2018, conclude il sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio. Adesso siano Regione e Consorzio di Bonifica a intervenire con un contributo economico in modo da poter riaprire quella via a beneficio soprattutto di residenti e attività economiche».

 

redazione.cascinanotizie