La Casa famiglia di Pontasserchio compie 10 anni. Sabato 5 novembre tante iniziative, in scena anche Paolo Ruffini

franco_marchetti_e_patrizia_macelloni.mp3
San Giuliano Terme
Giovedì, 3 Novembre 2016

La Casa famiglia di Pontasserchio compie dieci anni e sabato 5 novembre, presso il teatro Rossini, Paim Cooperativa Sociale Onlus di concerto con Caritas e Comune di San Giuliano Terme, organizzano una giornata di festa, divisa tra ricerca scientifica e spettacolo.

Nella mattinata di sabato (dalle ore 10) il teatro Rossini di Pontasserchio ospiterà la tavola rotonda “Ieri… oggi… e domani?: confronto tra futuro e qualità della vita del disabile”, mentre alle 21, con ingresso gratuito, in scena andrà lo show teatrale “Un grande abbraccio” di Paolo Ruffini, accompagnato sul palco dagli attori della Mayor Von Frinzius. La struttura per tutta la giornata ospiterà anche la mostra fotografica “10 anni insieme” a cura della Casa famiglia di Pontasserchio.

La Casa famiglia residenziale di Pontasserchio è un posto speciale, in cui gli adulti disabili e portatori di handicap, hanno l’opportunità di raggiungere l’”adultità” in proprio, ovvero, l’emancipazione dalla propria famiglia. Una delle maggiori ansie dei genitori con figli disabili, infatti, riguarda il futuro del proprio caro, quando al decesso dei familiari segue necessariamente lo scontro del disabile con la vita di tutti i giorni.

Ecco che nel settembre del 2006, recepite le richieste del territorio sangiulianese, a Pontasserchio, in una struttura della Caritas, fu attivata la Casa famiglia per persone diversamente abili. Un luogo in cui il disabile adulto, ha la possibilità di partecipare insieme alla propria famiglia e ai tutori, a diversi percorsi d’inserimento individualizzato. Progetti che in concreto reindirizzano la storia e l’intera vita dell’utente e delle famiglie che lo sostengono.

«I dieci anni della Casa famiglia - spiega Anna Batini, responsabile sviluppo e politiche sociali Paim - sono l’opportunità per parlare del ruolo assunto sul territorio dalla Casa famiglia, non solo per ciò che concerne i disabili adulti. Intorno alla Casa famiglia, difatti, sono nati e cresciuti una miriade di altri progetti. Ringraziamo il Comune di San Giuliano Terme per la vicinanza dimostrata e per l’accoglienza riservata a tutte le diversità, le problematiche e le richieste, che pian piano gli sono state sottoposte».

La Casa famiglia, nel tempo, è anche diventata il centro di tante altre attività. «Siamo noi - prosegue Franco Marchetti, assessore al sociale di San Giuliano Terme - a ringraziare la Casa famiglia per il servizio svolto in questi dieci anni di attività. Sotto certi aspetti, la struttura racchiude lo spirito della comunità sangiulianese: da sempre solidale e non solo a parole, ma nei fatti».

La Casa famiglia di Pontasserchio, quindi, è diventata punto di riferimento per altri progetti importanti, in parte, resi possibili dal volontariato: l’accoglienza dei profughi (San Giuliano è il comune più accogliente della provincia di Pisa), o la risoluzione positiva dei casi di emergenza abitativa presenti sul territorio termale.

«Intorno alla struttura - conclude Patrizia Macelloni, direttrice Casa famiglia Pontasserchio - si è creata una bellissima rete del territorio, di persone che vivono e condividono le nostre esperienze. La Casa famiglia offre diversi servizi e progetti: il centro diurno per ragazzi disabili, il residenziale per gli adulti e un centro di pronta accoglienza per minori».

Tanti gli ospiti d’eccezione della tavola rotonda “Ieri… oggi… e domani?: confronto tra futuro e qualità della vita del disabile”. Oltre alle diverse autorità (Giancarlo Freggia presidente Paim, Sergio Di Maio sindaco di San Giuliano Terme, don Emanuele Morelli direttore Caritas Pisa, Patrizia Macelloni direttrice della Casa famiglia, Silvano Luperini e Mario Tofani del comitato genitori), saranno presenti Liliana Dell’Osso (professore di Psichiatria Unipi), Stefania Bargagna (Stella Maris), Federico Vanni (Sant’Anna), Giuseppe Cecchi (Unipi), Laura Brizzi (servizi sociali Usl Nordovest), Alessandro Campani (Sds zona Pisa), Sandra Capuzzi (Sds zona Pisa), Franco Marchetti (assessore politiche sociali San Giuliano Terme).

Sarà poi possibile prenotare un posto (fino ad esaurimento) allo spettacolo di sabato sera "Un Grande abbraccio" invaindo una mail a info@paimcoop.it o telefonando allo 050 779151.

Per maggiori informazioni visitare www.paimcoop.org

carlo.palotti