La coppia Marconcini-Daddi porta in scena Pirandello e Beckett al Di Bartolo di Buti

Buti
Sabato, 17 Dicembre 2016

Nella splendida e  storica cornice del Teatro Comunale Francesco di Bartolo di Buti, la coppia di attori di lunga data Marconci-Daddi, come ogni anno, rivela la loro bravura, per la regia di Roberto Bacci. Dopo aver proposto nelle stagioni passate sia Harold Pinter che Samuel Beckett, quest’anno la scelta si è incentrata su due autori molto diversi, Luigi Pirandello e Samuel Beckett, accumunati dalla loro sensibilità e acume nel descrivere la situazione umana.

“L’uomo dal fiore in bocca” di Luigi Pirandello ha aperto il doppio spettacolo di ieri sera. Un monologo dello stesso Dario Marconcini, impersona il soggetto di questa pièce che si accorge della densità della vita “troppo densa, forse, per essere assaporata tutta” solo in tarda età e con struggente profondità, aggirandosi sul palco portato direttamente in platea, si rivolgeva agli spettatori, disposti casualmente nello spazio plateale. La morte ha dato a quest’uomo un altro po’ di tempo ancora, in cui deve vivere tutto quello che non aveva vissuto prima, come se l’uomo avesse rimosso eventualità della morte dalla vita. Una vita presa di scarto presenterà poi dei debiti da saldare e anche una tardiva rinascita dei sensi, della volontà e della vita può dare colore a situazioni o atti di vita mai comprese o assaporate prima.

La seconda pièce è un’opera tarda di Samuel Beckett , “Dondolo” , con protagonista Giovanna Daddi. Una donna anziana, anch’essa di fronte agli ultimi respiri della vita, che, dondolando sul suo dondolo ossessivamente, come un placido respiro di una persona inerte e tediata dall’assurdità della vita (ricordiamo che Beckett è l’autore principe della letteratura dell’assurdo), non fa che ripetersi di alzarsi, agire, fare qualcosa, dare un ultimo senso al poco tempo che le rimane. Ma non si alza e continua, inesorabilmente a dondolare, guardando fuori dalla finestra, “la stessa finestra, davanti ad altre finestre

Lo spettacolo è andato in scena ieri sera alle 21.15 e sarà replicato questa sera alla medesima ora al Teatro Francesco di Bartolo di Buti.
 

jacopo.artigiani