La preoccupazione di ConfCommercio per il ponte di Zambra

Zambra
Venerdì, 8 Settembre 2017

ConfCommercio Pisa chiede con forza il rispetto della scadenza del 15 settembre, data indicata ad inizio lavori,  per la riapertura del ponte di Zambra.

A dar voce  alla preoccupazione dell'associazione dei commercianti è la presidente Federica Grassini che si rivolge direttamente al Comune di Cascina e alla Provincia di Pisa che ha la titolarità dei lavori: “La riapertura del ponte di Zambra, rispettando la scadenza prevista, è molto importante sia per ripristinare la normale viabilità al servizio dei cittadini, sia per le imprese e le attività commerciali dell'intera zona”.

“Abbiamo fatto un rapido sondaggio presso le imprese più prossime”, prosegue la numero uno di ConfcommercioPisa, e abbiamo constatato che, seppur a macchia di leopardo, e considerando che molte di queste erano chiuse per ferie, non sono poche le attività commerciali che hanno registrato un sensibile calo dei fatturati dovuto proprio alla chiusura del ponte in questione. Facendo una media, parliamo di un meno 20%-30%, di mancati incassi che incidono molto pesantemente sul bilancio finale delle stesse aziende, considerando la fatica che molte di loro fanno per tenere i bilanci in ordine. Insomma, anche un giorno in più può fare la differenza e nessuno può permettersi di non lavorare durante i decisivi mesi autunnali”.

“A pochi giorni dalla scadenza dei lavori, conclude la nota di ConfCommercio, non abbiamo avuto alcuna comunicazione ufficiale in merito alla riapertura del ponte il prossimo 15 settembre. Restiamo in attesa di una risposta chiarificatrice in merito”.

 

massimo.corsini