Ordigno rinvenuto a Cascina, operazione conclusa e strade riaperte

Cascina
Giovedì, 9 Agosto 2018

Doveva essere un normale scavo per riparare una perdita di acqua riscontrata a Cascina in Via Michelangelo nel tratto compreso fra Via Galilei e Via della Pace, invece, mentre gli operai della ditta incaricata da Acque SpA di riparare il danno stavano operando, impovvisamente all'operaio che stava manovrando l'escavatrice è apparso un oggetto metallico, con delle alette verso la coda (leggi qui). Un occhiata più attenta ed è stato possibile riconoscere un mortaio, residuato bellico, probabilmente della II guerra mondiale, ma in questo senso non ci sono ancora conferme.

Gli operai hanno immediatamente allertato i Carabinieri giunti sul posto dalla stazione di Ponsacco. I militari in primo luogo si sono preoccupati di chiudere la strada al traffico e di informare la Prefettura che ha subito autorizzato l'arrivo degli artificieri dell'esercito. I militari dell'Arma per precauzione stanno facendo allontanare le persone dal luogo del ritrovamento facendo spostare anche le auto parcheggiate. Al momento in Via Michelangelo, nel tratto interessato è interdetta la circolazione dei veicoli e anche quella pedonale.

Giunti sul posto gli artificieri hanno lavorato fino alle 16:45, quando l'operazione si è conclusa e il residuato bellico, posizionato a circa un metro di profondità è stato prelevato.

L'area riaperta al traffico ed al passaggio dei pedoni. L'ordigno, integro in ogni sua parte, è stato trasportato via e verrà fatto brillare in condizioni di massima sicurezza.

massimo.corsini