Pizzaioli cascinesi al campionato del mondo di pizza, ingrediente Virgo (foto gallery)

Titignano
Lunedì, 11 Aprile 2016

Al Palacassa di Parma è in corso la 25° edizione del Campionato mondiale della Pizza, con oltre 600 partecipanti provenienti da ogni parte del mondo. Molte le gare in programma secondo varie sezioni, si va da quella della pizza classica a quella senza glutine, dallo stile libero a squadre a quello individuale, dalla gara della pizza in teglia a quella alla pala. Tra i concorrenti che hanno inviato la loro candidatura, accettata dagli organizzatori della più importante manifestazione del settore a livello mondiale, c'è una squadra tutta cascinese, la "crew" del Ristorante Pizzeria Sbarden's presso i Laghi Malvaldo di Titignano di Cascina: il pizzaiolo Daniele Fratti, l'aiuto pizzaiolo Federico Fastelli e Marcello Mosca in rappresentanza della proprietà del locale. Il gruppo si è presentato per la sezione "pizza classica" presentando una pizza nata in collaborazione con il Progetto VIRGO, l'antenna interferometrica presente sul territorio cascinese che recentemente è stata partecipe di una delle più importanti scoperte scientifiche, la cattura delle onde gravitazione. Grazie alla disponibilità del gruppo scientifico, guidato dal Prof. Ferrini, i nostri pizzaioli hanno ricreato, in miniatura, uno dei cilindri utilizzati da VIRGO per ammortizzare gli sciami sismici nocivi a percepire le eventuali onde provenienti dall'universo. E' stato realizzato un tagliere di legno su cui è stata adagiata una tovaglia con disegnato l'universo e le onde gravitazionali che lo attraversoano, all'interno del cilindro è stata adagiata la pizza, accanto, naturalmente anche una miniatura della torre civica simbolo di Cascina. Una singolare creazione che ha subito cattura l'attenzione di tutti i presenti ed è la prima volta che viene realizzato un prodotto alimentare in chiave scientifica. Una pizza speciale già a partire dall'impasto nella cui lievitazione è stato usato un lievito di vino moscato con l'aggiunta di miele di castagno per dare elasticità. E' una mini catalana di crostacei con base di nousse di bufala campana dop aromatizzata da rhum agricolo, menta e granella di crostaceo, sopra è stato adagiato un mix di arancio, pomodoro, kiwi e finocchio ed ancora un carpaccio di gambero rosso, il tutto servito con una birra champagne ai 10 luppoli della Poretti. Adesso c'è solo da attendere il responso della giuria che ha assaggiato la pizza cascinese, verdetto che ci sarà mercoledì 13 aprile. 

 

foto gallery: la creazione, il Sindaco Antonelli con la squadra del ristorante

luca.doni