Pontasserchio, al via i lavori per la nuova caserma dei Carabinieri

San Giuliano Terme
Mercoledì, 7 Novembre 2018

Caserma dei carabinieri a Pontasserchio: al via i lavori. Di Maio: «altro impegno rispettato. Investimento a carico nostro: i comuni sono lasciati soli anche sulla sicurezza».

Iniziano i tanto attesi lavori per la realizzazione della caserma dei carabinieri a Pontasserchio. A due anni dall’approvazione della delibera da parte della Giunta comunale e dopo aver portato a termine il complesso iter amministrativo fino all’ultimo passo, vale a dire l’aggiudicazione della gara d’appalto, possono finalmente partire i lavori.

Entrando nel dettaglio, la caserma sarà costruita all’ex distretto Usl dismesso di piazza Aldo Moro, già sede di uno dei distretti della polizia municipale di San Giuliano Terme, unificata, quest’ultima, nel comando unico inaugurato lo scorso anno e di cui recentemente sono stati resi noti i dati degli interventi degli ultimi dodici mesi (leggi qua). L’investimento complessivo ammonta a oltre 400mila euro, interamente finanziati dalle casse comunali. I lavori sono stati affidati a un’azienda storica toscana, la ditta Moresi Restauri e Costruzioni di Firenze, che secondo il programma li porterà a termine in 180 giorni. Si valorizza e si mette a reddito uno stabile dismesso.

«Un altro punto del programma di mandato è stato rispettato. La determinazione dirigenziale con cui è ufficialmente partito il percorso verso la costruzione della caserma dei carabinieri di Pontasserchio risale ai primissimi mesi del mio mandato, era l’autunno del 2014spiega il sindaco di San Giuliano Terme Sergio Di Maio. Adesso che la burocrazia ha concluso il suo percorso, sono molto contento di annunciare l’inizio dei lavori per la realizzazione della caserma, che arriva in concomitanza delle celebrazioni della “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. Sottolineo l’importante lavoro che le forze dell’ordine svolgono ogni giorno per la sicurezza della comunità. Questa caserma, che servirà oltre 20mila persone, sarà un presidio fondamentale per il nostro territorio che, ricordo, ha anche un altro presidio nel capoluogo. Nel 2008, furono raccolte ben oltre 700 firme per mantenere la caserma dei carabinieri a Pontasserchio, che rischiava la soppressione da parte del Comando generale dell’Arma dei carabinieri a causa delle pessime condizioni strutturali dell’attuale stabile».

«C’è chi vive e governa in perenne campagna elettoraleprosegue il sindaco Sergio Di Maio, noi preferiamo dare risposte concrete ai cittadini, ascoltandoli e mettendoci a loro disposizione giorno dopo giorno. Vale anche per il delicato tema della sicurezza. A breve, in collaborazione con la Prefettura di Pisa e il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, sarà organizzato un incontro sulla tematica del ‘controllo/sguardo di vicinato e truffe ai danni degli anziani’».

«Da ultimo, una nota di rammaricoconclude Di Maio: per la caserma, interamente finanziata dalle casse comunali, non è stata data alcuna risposta alla nostra richiesta di cofinanziamento da parte dell’attuale governo centrale. Ma, con onestà intellettuale, va detto che anche il governo precedente non era stato da meno».

redazione.cascinanotizie