Punto Radio alla scuola di Latignano per il Giorno della Memoria

giorno_della_memoria.mp3
Latignano
Venerdì, 27 Gennaio 2017

Il giorno della momoria visto con gli occhi dei bambini, con Punto Radio che ben volentieri ha aperto i suoi microfoni alle classi V sezioni A e B della Scuola San Giovanni Bosco di Latignano per permettere ai giovani studenti di raccontare il percorso intrapreso nelle scorse settimane con i loro insegnanti.

Ben articolato ed efficace è stata l'opera delle maestre Francesca, Lina e Vania e del maestro Daniele che hanno fatto vedere ai loro alunni il film "Jona nella pancia della Balena". Una pellicola ispirata al romanzo autobiografico dello scrittore Jona Oberski  intitolato Anni d'infanzia. Il film racconta di un bambino, Jona, di quattro anni che vive a Amsterdam durante la seconda guerra mondiale, dal 1942 al 1945. Dopo l'occupazione della città da parte dei tedeschi, viene deportato nel campo di concentramento insieme a tutta la sua famiglia. Qui Jona passerà tutto il periodo della guerra, in una baracca con sua madre, ma separato dal padre. Il bambino subisce freddo, fame, paure, sofferenze, angherie anche da parte degli altri ragazzi. Sono rarissimi i casi in cui viene trattato con gentilezza: solo il cuoco, che dopo morirà, e il medico dell'ambulatorio sono affettuosi con lui. Il destino dei genitori di Jona è tragico: il padre muore stremato nel fisico; la madre invece impazzisce per la morte del marito in un ospedale, dopo la fine della guerra.

Il film è stato di ispirazione ai bambini della scuola di Latignano per preparare delle riflessioni che poi hanno raccontato ai microfoni di Punto Radio. Ma non è finita qui: con un lavoro di squadra perfetto si sono anche esibiti nella lettura della poesia di Primo Levi "Se questo è un uomo", oltre a cantare in coro la canzone dei Nomadi e di Francesco Guccini "Auschwitz" sapientemente assistiti dalla chitarra e dalla voce di Marco Casarosa.

Ad introdurre l'incontro è stato il dirigente scolastico dell'istituto comprensivo Falcone e Borsellino Federico Betti, in conclusione la foto di rito e tanti applausi per queste due classi che hanno lavorato sodo su un argomento per il quale occorre molta sensibilità da parte di chi lo introduce e da parte di chi lo deve recepire

 

Per riascoltare la trasmissione andata in onda il 27 gennaio alle ore 11:00 clicacre il tasto play a sinistra sotto la fotografia, oppure cliccare qui

massimo.corsini