Rif. Com. festeggia San Giuliano medaglia d'argento al valore civile

San Giuliano Terme
Martedì, 10 Luglio 2018

Rifondazione Comunista si associa con entusiasmo alla soddisfazione che il riconoscimento al valor civile manifestato con l’assegnazione della medaglia d’argento all’Amministrazione comunale di San Giuliano Terme sta dando alle organizzazioni antifasciste del territorio comunale e provinciale. Il riconoscimento arriva dopo molti anni in cui alla sua valorosa assegnazione hanno contribuito molti fattori e soggetti.

L’Eccidio della Romagna, a cui è riferita l’onorificenza, nella sua tragedia e disumanità ha segnato il nostro territorio così profondamente che tutt’oggi , a 70 anni di distanza, il ricordo e le iniziative organizzate sono patrimonio di tutta la comunità

Dalle alunne e dagli alunni della scuole del territorio, all’ufficio cultura, dagli storici dell’università ai “testimoni del tempo” senza dimenticare le insegnanti e gli insegnanti dei distretti scolastici e i genitori che negli anni hanno sostenuto ed accompagnato i figli nel progetto della memoria, a nostro avviso, si devono sentire tutti e tutte protagonisti attivi e principali di questa prestigiosa onorificenza.

Ultimi, ma non per importanza, Rifondazione Comunista cita coloro che grazie alla loro idea, al loro impegno e alla loro testarda e tenace dedizione dettero vita al “Progetto Memoria”. Persone come Giuseppe Buzzigoli, Vittorio Sfingi, Mirella Vernizzi, Eugenio Del Genovese e molti altri, che con loro spronarono gli amministratori del nostro Comune a percorrere questa strada, meritano oggi il nostro rinnovato ringraziamento.

Ma non solo. L’auspicio, conclude Rifondazione Comunista, è che su questa notizia molto importante - visto anche la fase storica che stiamo attraversando - si possa riprendere quel filo rosso che ha fatto sì che il nostro territorio, così come recita la motivazione dell’assegnazione, possa rivitalizzarsi sui principi di solidarietà, accoglienza e virtù civiche, ispirate dai più alti ideali di libertà e di democrazia magari cominciando a riprendere con vigore il percorso del Progetto Memoria

redazione.cascinanotizie