Riprendono le iniziative di educazione ambientale

Bientina
Martedì, 2 Ottobre 2018

Bientina, riprendono le iniziative di educazione ambientale. Dal 2 ottobre riprendono le iniziative di educazione ambientale alla Torre civica

Torna operativo da domani il centro di educazione ambientale alla Torre civica (in piazzetta dell’Angiolo), nelle sale della Biblioteca comunale di Bientina. Si tratta di un progetto di educazione ambientale con attività ad hoc, coordinate da operatori con formazione universitaria nell’ambito delle scienze naturali, biologiche e forestali che coinvolgeranno i ragazzi delle scuole in attività a carattere ludico-ambientale. Gli appuntamenti si terranno ogni martedì e giovedì, dalle ore 17,00 alle ore 19,00. A partecipare saranno i ragazzi delle scuole elementari e medie, seguiti da personale di Legambiente - Circolo Valdera, munito di patentino Gae (Guida ambientale escursionistica).

«Gli incontri affronteranno i temi dell'ecologia e dell'educazione ambientale, promuovendo la conoscenza e la sensibilizzazione dei ragazzi nei confronti della natura, degli esseri viventi ed il ruolo fondamentale dell'uomo all'interno dell'ambiente che ci circonda, dice Desirè Niccoli, assessora all’Ambiente. Tra le molteplici attività a carattere ludico, proveremo a valorizzare il riciclo, attraverso l'utilizzo di materiali diversi lavorati con divertimento ed una buona dose di fantasia, fino ad ottenere oggetti di uso quotidiano. Quest'anno, in aggiunta alla consueta attività educativa, sono in calendario numerose uscite alla Riserva Regionale di Tanali e alle vicine aree protette di Bottaccio e Gherardesca, tutte seguite e curate delle guide ambientali di Legambiente».

«I laboratori ambientali arricchiscono ulteriormente l’offerta culturale della Torre civica, conclude il sindaco, Dario Carmassi, con l’ampliamento dell’orario della biblioteca avvenuto lo scorso anno, i laboratori di Legambiente e la presenza al piano terra di alcuni corsi dedicati ai bambini su argomenti diversi (musica, pesca, ecc…) la Torre sta diventando sempre più un luogo di incontro e formazione aperto al pubblico. Non è un caso che la chiamiamo “civica”, per sottolineare questa sua vocazione all’aggregazione». La partecipazione all’iniziativa è gratuita.

redazione.cascinanotizie