San Casciano, partono i lavori della vasca di esondazione (file audio)

San Casciano, vasca di esondazione
San Casciano
Martedì, 10 Maggio 2016

Martedì 10 maggio, nella trasmissione di Punto Radio "Primo Piano", condotta da Massimo Marini, era ospite Marco Monaco, Presidente del Consorzio 4 Basso Valdarno (Consorzio di Bonifica ex Fiumi e Fossi). Durante un collegamento con il Sindaco di Cascina è stato affrontata la questione della realizzazione della ormai famosa cassa di esondazione in località San Casciano ed è finalmente giunta la notizia dell'inizio dei lavori per la sua realizzazione. "Credo che già questa mattina o al massimo domani la ditta incaricata sarà sul posto per iniziare i sondaggi volti a rilevare la presenza o meno di possibili residuati bellici o reperti archeologici. " afferma il primo cittadino di Cascina, "Il 9 maggio sono scaduti i termini per presentare un eventuale ricorso da parte dei proprietari del terreno su cui si andrà a realizzare la vasca in questione. Abbiamo seguito la procedura e abbiamo anche aspettato e rispettato questi termini. Ora finalmente si entra nell'area e si cominica a lavorare." Sono trascorsi ben due anni da quando si era iniziato a parlare dell'opera pubblica utile a salvaguardare l'abitato circonstante da eventuali esondazioni del Fiume Arno. "Questo purtroppo è un esempio di cattiva burocrazia italiana", spiega Marco Monaco, "A Volterra dove abbiamo ritrovato un anfiteatro tutto è andato liscio perché avevamo messo in campo una procedura accettata dalla Soprintendenza che ci aveva fatto iniziare i lavori e quando abbiamo trovato il manufatto romano i lavori sono comunque proseguiti così come in contemporanea quelli per il riaffioramento dello stesso Anfiteatro. A San Cascinao invece un funzionario ha voluto imporci, legittimamente, un'altra procedura voluta per verificare la presenza o meno di una villa romana che non c'è. Tutto questo ci ha fatto perdere due anni di tempo a noi del Consorzio e all'Amministrazione Comunale e procurato disagi ai cittadini." continua Monaco. I lavori costeranno circa 1 milione di euro, suddivisi a metà tra Consorzio e Comune di Cascina. "Fatti i sondaggi obbligatori e in mancanza di residuati bellici o insorgenze archeologiche inizieremo i lavori che dovrebbero avere termine entro il 2016", afferma in conclusione il Presidente del Consorzio.

in allegato l'audio del Sindaco Antonelli e del Presidente del Consorzio 4 Basso Valdarno, M. Monaco

luca.doni