San Frediano Calcio: nuova agibilità per il "Silvano Parra". Riaperti spogliatoi e campo di gara, stagione salva

AllegatoDimensione
PDF icon ordinanzariaperturaparra.pdf174.26 KB
San Frediano a Settimo
Martedì, 22 Agosto 2017

Con un post apparso sulla propria pagina facebook il San Frediano Calcio comunica la revoca dell'ordinanza N° 48 del 3 agosto scorso, quella che disponeva la chiusura "temporanea immediata per inagibilità", dell'impianto sportivo Silvano Parra, sede e campo di gara della società rossoblu.

"Siamo Lieti di comunicarVi la revoca dell'ordinanza comunale n.48 del 3/8/2017 - spiega in apertura la società -. Questa mattina è stata appunto revocata ufficialmente "la chiusura temporanea dell'impianto Silvano Parra". La società ringrazia per la solidarietà dimostrata da tutta la comunità vicina al San Frediano Calcio e non, e tutti gli addetti ai lavori in particolare l'Ing. Mario Rossali, consigliere della stessa società, il geometra Giusto Giusti, nonché i tecnici comunali che si sono interessati e impegnati al caso ripristinando il tutto veramente in tempi brevissimi, per poter riprendere a pieno le attività sportive, per l'inizio Stagione giunto alle porte. Grazie di nuovo a tutti !!!"

Dopo la scelta drastica e improvvisa del Comune, molto contestata soprattutto in rete, a seguito di un incontro in data 7 agosto tra la società San Frediano e l'amministrazione, fu deciso di giungere presto alla soluzione del caso.

In data 18 agosto la società San Frediano Calcio ha quindi presentato la documentazione richiesta, accolta, però, solo in parte.

"Rilevato che, con la nota sopra citata - riporta l'ordinanza sindacale N° 52 allegata in pdf - l’Ing. Mario Rossali dichiara che l’impianto costituito da campo sportivo e edificio spogliatoi evidenziati con il colore rosso e verde nell’allegato “A” alla citata Ordinanza n.48/2017 ed oggetto delle disposizioni di cui al punto a) dell’Ordinanza stessa, è da ritenersi agibile a meno del perfezionamento delle procedure catastali avviate".

Il San Frediano Calcio riottiene campo di gara e locali spogliatoi, mentre è confermata l'interdizione dei fabbricati usati come area ristoro.

carlo.palotti