San Giuliano Terme, immigrato minaccia suicidio. Lega all'attacco

San Giuliano Terme
Domenica, 28 Ottobre 2018

La visita al centro d'accoglienza "ex Cottolengo" a San Giuliano Terme, si trasforma, per i deputati e assessori cascinesi della Lega Donatella Legnaioli e Edoardo Ziello, in un'occasione per lanciare la corsa alla poltrona di sindaco nella città termale.

Questa la teoria del Partito Democratico di Cascina, che con un comunicato, stigmatizza i post pubblicati dai due leghisti domenica 28 ottobre, circa una situazione potenzialmente letale e avente come protagonista un ospite psichiatrico della struttura.

L'uomo, a quanto riportato, sarebbe salito su un albero minacciando di gettarsi nel vuoto per protestare contro le condizioni di vita nel centro.

Da censura, i commenti ai post dei sostenitori dei due politici (vedi sotto il comunicato del Pd).

Poco ortodossa, la foto che ritrae l'onorevole Donatella Legnaioli in posa sotto l'albero su cui l'immigrato era salito per protesta, ancora delimitato dai nastri posti dalle forze dell'ordine (vedi sotto).

 

il post di Donatella Legnaioli

"Da questa mattina un immigrato ospitato nel centro cottolengo di San Giuliano Terme è salito su un albero e si rifiuta di scendere. Ma vi sembra normale che oggi vigili del fuoco e forze dell'ordine siano tutte impegnate dietro a questa risorsa boldriniana? Sicuramente per qualcuno della sinistra il gioco vale la candela visto che un domani ci pagheranno le pensioni. Noi di questa teoria continuiamo a dubitare ed è per questo che l'anno prossimo vinceremo anche a San Giuliano Terme".

il post di Edoardo Ziello

"Siamo alle comiche. Un immigrato del centro d’accoglienza ‘Cottolengo’ di San Giuliano Terme (Pi), si è arrampicato su un albero, minacciando di buttarsi di sotto per le condizioni in cui vive. È da ore che le forze dell’ordine stanno sottraendo il proprio tempo al controllo del territorio, prestando il proprio servizio all’interno di quella struttura, per colpa delle escandescenze di questo immigrato.
Dal prossimo anno, quando vinceremo le elezioni amministrative del comune di San Giuliano, non sentiremo più delle notizie del genere perché chiuderemo tutti i centri d’accoglienza, che il PD ha voluto costruire e taglieremo i contributi alle associazioni filantropiche, destinandoli alle Politiche a favore degli italiani e per il potenziamento della Polizia Municipale. Più ordine e sicurezza anche a San Giuliano. Siete d’accordo ?"

 

Questo di seguito il comunicato integrale del Pd di Cascina

Tra il dire e il fare. Le chiacchiere domenicali di Ziello e Legnaioli

I deputati leghisti Edoardo Ziello e Donatella Legnaioli promettono per San Giuliano quegli interventi che non gli sono riusciti a Cascina. Peraltro falsando una situazione.

Un ospite con problemi psichiatrici del centro d’accoglienza ex-Cottolengo di San Giuliano Terme si arrampica su un albero, i vigili del fuoco e i rappresentanti delle forze dell'ordine si impegnano per farlo scendere e i due parlamentari colgono l'occasione per commentare la vicenda, parlando di sicurezza.

L'unica verità è che i due leghisti hanno avviato la campagna elettorale per le amministrative e hanno scelto di farlo sulla pelle di un poveraccio.

Due parlamentari che, assessori a Cascina da oltre due anni, non sono neppure riusciti a dialogare con la propria Polizia Municipale, portando il confronto sindacale alle vie legali.

Esponenti di un partito che parla di ordine e sicurezza, ma che finisce col produrre ordinanze ridicole (come quella pisana col divieto di sedersi).

Esponenti di un partito che, a giudicare dai commenti ai post dei parlamentari, sembra lavorare per un regresso civile e culturale.

carlo.palotti