Un arresto e dieci denunce, il bilancio dei controlli straordinari dei Carabinieri

PISA e Provincia
Martedì, 6 Novembre 2018

Ancora un servizio straordinario per i militari del Comando Compagnia Carabinieri di Pisa, coadiuvati dal personale di rinforzo inviato dal Comando Generale effettivi alla Compagnia di Intervento Operativo del 6° Battaglione “Toscana” per contrastare i fenomeni di degrado urbano e lo spaccio delle sostanze stupefacenti nell’ambito del centro storico e della zona della Stazione ferroviaria di Pisa.

Il bilancio dell'operazione andata in scena ieri, 5 novembre è di un arresto e dieci persone denunciate a piede libero. È finito in manette per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, un tunisino pregiudicato, sorpreso nei pressi  di piazza della Stazione, in forte stato di agitazione. L'uomo alla vista dei militari aveva cercato di sottrarsi al controllo. Lo stesso, a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e, pertanto, segnalato alla Prefettura. Lo stesso durante le operazioni di controllo ha danneggiato un’autovettura parcheggiata e, successivamente, condotto in caserma ha ulteriormente danneggiato il cancello d‘ingresso. è stato tratto in arresto

Le dieci persone denunciate a piede libero sono invece un diciannovenne senegalese, pregiudicato, controllato in via Quarantola e trovato in possesso di undici involucri, contenenti poco più di 24 grammi di “hashish”; un diciannovenne, tunisino, incensurato, sorpreso mentre tentava un furto all’interno di un’autovettura in via Paparelli; un cinquantenne, filippino, pregiudicato, controllato nei pressi della “galleria Gerace” per aver occupato abusivamente un garage; un quarantasettenne italiano e un ventiseienne rumeno, entrambi pregiudicati, trovati in possesso di un coltello a serramanico; un quarantaduenne e una quarantaquattrenne, entrambi polacchi e pregiudicati, trovati in possesso di rulline metriche, strisce di nastro adesivo ed un coltello a serramanico; un trentottenne marocchino, pregiudicato, controllato in Piazza Vittorio Emanuele II, trovato in possesso di un taglierino e di una pinza, senza giustificato motivo. L'uomo inoltre non ha ottemperato ai termini  imposti dal decreto di espulsione a lui notificato; un cinquantasettenne italiano, pregiudicato, deferito per inosservanza del foglio di via obbligatorio dal Comune di Pisa; un ventottenne italiano, incensurato, alla guida della propria autovettura in stato di ebbrezza alcolica.

massimo.corsini