"Un Natale da inventare", tanti eventi sul territorio del Comune di Palaia

Palaia
Giovedì, 6 Dicembre 2018

Le festività sono alle porte e con esse torna “Un Natale da inventare” la rassegna degli eventi natalizi promossa dal Comune di Palaia. L'atmosfera natalizia inizia sabato 8 dicembre a Forcoli con l'inaugurazione del Presepe artigianale visitabile presso la “Pizzeria Lalo”, una rappresentazione artistica che negli anni si è sempre più arricchita grazie alla passione del titolare dell'esercizio commerciale, Massimo Brini, e che da alcuni anni fa parte del circuito “Terre di Presepi”. Il presepe sarà visibile fino al 6 gennaio dalle 16:30 alle 22:30 all'interno del negozio. Domenica 9 dicembre il Natale fa tappa a Montefoscoli con l'evento “Un Natale da Inventare in Fantasy”: mercatini, spettacoli di fuoco, l'Accademia degli eroi, la casa "Un Natale da inventare"di Babbo Natale e i laboratori dei folletti animeranno il borgo per la gioia dei più piccoli. Inoltre, fino a Befana ci sarà l'esposizione dei Presepi con il I° Concorso “Presepi in paese”. Le iniziative sono a cura del Comitato di Promozione Culturale di Montefoscoli, del Museo della Civiltà Contadina, della Misericordia e del Gruppo Donatori Fratres insieme al Circolo Arci del paese. Nel week-end del 15 e 16 dicembre le iniziative dedicate al Natale animeranno sia il paese di Forcoli che quello di Palaia. Due gli appuntamenti a Forcoli con lo spettacolo teatrale di promozione alla lettura per bambini “Per un Natale di Pace e Gioia” a cura dell'Associazione Olifante in collaborazione con Stefano Tognarelli presso la biblioteca comunale (ore 16-17 con prenotazione obbligatoria al numero 340 1582286); in Piazza Brunner invece ci sarà Babbo Natale che attenderà tutti i bambini per la consegna delle letterine, insieme alla Fiera di beneficenza, a cura dell'Associazione Giuseppe Morelli (il sabato dalle 15:30 alle 19:30 e la domenica dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 15:30 alle 19:30). Il sabato sera del borgo di Palaia sarà allietato dalla musica della Filarmonica “G. Puccini” con il concerto “Natale con la Banda” presso il Cineteatro “Don Vegni” alle ore 21:30 (ingresso libero); la domenica, dalle ore 17:00 Babbo Natale aprirà le porte della sua casa al Circolo Soms con l'iniziativa “C'era una volta il Natale”, dove i più piccoli potranno consegnare le loro letterine, giocare e fare merenda. Dalle 19:30 cena a buffet e tombola con premi natalizi. L'evento è a cura del Circolo Soms e della Pubblica Assistenza di Palaia. Grande attesa per la Vigilia di Natale, lunedì 24 dicembre, quando Babbo Natale inizierà il giro di tutte le case tra Forcoli, Montefoscoli e Palaia, per consegnare i tanto attesi doni ai bambini. Le iniziative sono a cura delle associazioni di volontariato del territorio comunale quali la Misericordia di Forcoli e Montefoscoli, Fratres e Gruppo Donatori di Sangue e la Pubblica Assistenza di Palaia. Il calendario natalizio degli eventi proseguirà all'insegna della musica e dei cori con il Concerto della “Corale Vald'era” venerdì 28 dicembre a Montefoscoli all'interno della Chiesa di Santa Maria Assunta e con “Filo Musicale” sabato 5 gennaio a cura dell'Accademia “Il Pentagramma” di Forcoli presso la saletta Capaccini. Nella stessa data la Befana rallegrerà con tanti dolci e doni le vie di Palaia e Forcoli, grazie alle associazioni locali di volontariato. La rassegna degli eventi dedicati alle festività si concluderà domenica 6 gennaio con il tradizionale Presepe Vivente a Montefoscoli, da tema “Il Presepe alla luce dei 10 Comandamenti”, che sarà visitabile all'interno del Museo della Civiltà Contadina dalle ore 15:00 alle 20:00. Durante le manifestazioni saranno raccolti fondi che verranno donati sotto forma di materiale didattico per tutte le scuole del territorio comunale. «Grazie di cuore – dichiara il sindaco Marco Gherardini – alle associazioni che hanno organizzato tante belle iniziative per le festività. Quest'anno il Comune ha deciso di installare 37 elementi luminosi sulle strade e piazze di Palaia, Forcoli, Montefoscoli, Partino e Baccanella. È sicuramente un punto di partenza e sarà possibile sicuramente fare meglio nei prossimi anni. Il nostro Comune ha 14 paesi, più le località. Abbiamo però voluto iniziare comunque una tradizione, e lo abbiamo fatto a partire dai centri principali. Un’illuminazione semplice ma festosa, che grazie al contributo dei commercianti è stata implementata di altri 5 punti luce in più rispetto al piano iniziale. Ringrazio ancora le associazioni per aver allestito anche loro altri addobbi e luminarie. E grazie a tutti coloro che hanno messo o metteranno delle luci natalizie fuori dalle proprie case e negozi. Vedere i nostri paesi illuminati per Natale dà davvero gioia». 

redazione.cascinanotizie