Un po' di solidarietà cascinese in Sudan con Music for Peace

Cascina
Venerdì, 12 Ottobre 2018

È passato oltre un mese da quando Stefano Rebora e gli altri volontari di "Music for Peace - I creativi della notte", sono partiti alla volta del Sudan, per luna nuova missione umanitaria obiettivo della quale è la consegna di beni di prima necessità.ad una popolazione fra le più povere del mondo

Dopo un viaggio lungo, fatto di strade polverose e di lunghe trattative per poter far passare le merci il più rapidamente possibili , la missione è arrivata a destinazione e la consegna del materiale raccolto grazie alla generosità di tante persone è iniziata un paio di giorni fa.

Materiale raccolto anche grazie alla generosità di tanti cascinesi e non solo, che tramite “Cascina solidale” e Punto Radio che ha messo a disposizione una stanza per stivare il materiale, hanno contribuito a riempire gli scatoloni di Music for Peace con medicinali, cibo, attrezzatura scolastica per i bambini e tanti altri generi di prima necessità che da questa parte del mondo fanno parte della routine di vita quotidiana, ma che in quella parte di terra troppo spesso dimenticata assume un dono straordinario.

 

Music for Peace non è nuova ad iniziative del genere, dai primi anni ’90 quando Stefano Rebora realizzò l’evento che porta il nome dell’associazione, la Onlus genovese ha portato a termine 24 missioni in tutto il mondo con oltre 1.000 tonnellate di aiuti distribuiti e 100.000 studenti educati alla solidarietà. 


La particolarità dei Music for Peace, lo ricordiamo, è che non sono accettate donazioni in denaro, ma soltanto in generi di prima necessità, che sono anche la “moneta” per acquistare l’ingresso al “Che Festival”, la kermesse musicale che va in scena a Genova ogni anno nel mese di giugno.

È possibile seguire le operazioni di consegna dei materiali ed il diario di questa missione, collegandosi alla pagina Facebook di Music for Peace (qui)

 

massimo.corsini