La figura di Beatrice Cenci in uno spettacolo al Teatro Nuovo di Pisa

Cultura e Tempo Libero
PISA e Provincia
Martedì, 14 Gennaio 2020

Beatrice Cenci: il mito. Al Cinema Teatro Nuovo di Pisa uno spettacolo in collaborazione con la Casa della Donna e seminario di formazione a cura di Carlo Simoni

Venerdì 17 gennaio alle ore 21.00 sul palco del Cinema Teatro Nuovo si leverà una voce di denuncia che dal 1599 giunge, più che mai attuale, fino a noi oggi. Beatrice Cenci: condannata a morte, assieme alla matrigna e al fratello per un atto estremo di ribellione contro la violenza del padre. Un padre malvagio e perverso, che maltrattò e violentò la giovanissima Beatrice e la matrigna. La disperazione delle due donne le condurrà all'omicidio, nella speranza di una libertà tanto sospirata. Il delitto verrà poi scoperto e porterà, l'11 settembre del 1599 alla loro esecuzione. È l'inizio del mito; furono poi in molti a scrivere e a parlare di questa storia. Noi la rivivremo attraverso il monologo appassionante di Carlo Simoni, tra i più importanti attori del teatro italiano e co-autore del testo insieme a Roberto Rinaldi. L'evento vedrà la collaborazione con l'associazione Casa della donna di Pisa, spazio di incontro e centro antiviolenza che da ben trent'anni si impegna, lotta e riflette sul tema della violenza alle donne, offrendo supporto, rifugio e ascolto a tutte le donne.
In occasione della presenza a Pisa di Carlo Simoni, l'accademia teatrale Città di Pisa organizza un incontro di formazione aperto a tutti. Venerdì 17 dalle 14.00 alle 17.00 sabato 18 gennaio, dalle 14.00 alle 18.00 il maestro Carlo Simoni conduce un seminario di alta formazione su “Il Gabbiano” di Anton Cechov, uno dei testi teatrali più noti e rappresentati del celebre drammaturgo russo. In questo laboratorio Simoni, che si distingue anche per la sua arte pittorica, lavorerà con gli allievi attraverso uno studio e analisi dei personaggi e una delle tematiche cruciali del testo: il senso dell'arte e la devozione per l' arte. 

redazione.cascinanotizie