Pontedera, la città si anima per il Natale

Cultura e Tempo Libero
Pontedera
Giovedì, 5 Novembre 2020

Pontedera si colora aspettando il Natale e lo fa con iniziative e installazioni compatibili con il difficile momento che stiamo vivendo: un progetto diffuso di arte urbana, che tra luci e opere site-specific creerà un percorso naturale nelle vie e nelle piazze.

Dal 6 novembre saranno molti i punti della città coinvolti per il programma promosso dalla Fondazione per la Cultura Pontedera, in collaborazione con il Comune di Pontedera e il Patrocinio della Regione Toscana, per la regia di Alberto Bartalini: una vera e propria mostra diffusa che va da L’Orto dei Sogni di Giuseppe Carta in Piazza Martiri della Libertà, fino a #contrasparenze di David Pompili alla Chiesa del Crocifisso, da Color Sanctus di Jacopo Pischedda nell’Atrio di Palazzo Stefanelli a Testa di LEGO di Marco Lodola Piazza Curtatone e Montanara. Proprio quest’ultima luminosa e sorprendente opera, che resterà definitivamente al Comune di Pontedera, era stata pensata come naturale collegamento con I LOVE LEGO, una mostra al PALP che vede oltre 1 milione di moduli dei mattoncini più famosi al mondo comporre strabilianti mondi in miniatura, dalla città contemporanea al medioevo, dallo spazio all’antica Roma fino al mondo dei Pirati, per decine di metri di esposizione.

Le recenti norme costringono la Fondazione per la Cultura Pontedera a rimandare l’apertura, ma è solo un arrivederci: verrà inaugurata appena le normative anticovid lo consentiranno. Sempre Marco Lodola ha realizzato anche un’interpretazione del logo luminoso, che campeggerà sotto la torre dell’orologio, ad indicare l’ingresso del PALP.

E se dobbiamo aspettare a entrare nei Musei, Pontedera allora risponde con una grande mostra diffusa sul territorio, che potrà essere “vissuta”, più che vista, in totale sicurezza, all’aperto e distanziati. Questa edizione di Natale ad Arte è in particolar modo dedicata ai bambini e la città si prepara infatti a diventare un teatro a cielo aperto fatto di arte e luci. Oltre alle installazioni, infatti, il regista dell’evento Alberto Bartalini ha pensato un nuovo arredo urbano fra una moltitutidine di luci, che ci ricordano che anche nei momenti più
difficili l’armonia e il colore devono resistere nel nostro quotidiano: un progetto di illuminazione sorprendente abbraccerà infatti la Città nei suoi luoghi più rappresentativi, insieme anche ad un nuovo arredo di piante ornamentali.

«Sappiamo che in questo momento la priorità è la salute – dice il Sindaco di Pontedera Matteo Franconi – proprio per questo abbiamo deciso di dare vita a un percorso che tenga conto della fruizione in sicurezza. Celebreremo il Natale all’insegna dell’arte anche
quest’anno e in particolare lo dedichiamo ai bambini, nella speranza di poter aprire anche la grande mostra dei LEGO il prima possibile».
Ecco che allora, nelle settimane che ci accompagneranno al Natale, artisti di grande livello e illuminazioni sorprendenti vogliono essere portatori di un messaggio di speranza: Natale ad Arte come manifesto di resistenza culturale, come museo a cielo aperto
dedicato ai bambini e al colore.
 

redazione.cascinanotizie