Sesso in cambio di lavoro, in arresto imprenditore di Vicopisano

Cronaca
Vicopisano
Martedì, 10 Settembre 2019

Era già finito nei in carcere per violenza sessuale. Ad accusarlo due giovani ragazze della provincia di Pisa

Aveva provato a chiedere sesso in cambio di un lavoro.

In carcere, con questa accusa, è finito Giuseppe Trubia, 44 anni, titolare di una pizzeria a Vicopisano, già conosciuto dalle forze dell'ordine e condannato nel 2006 in via definitiva a sei anni di reclusione per violenza sessuale.

A quell'epoca, quando gestiva un locale di Pisa, aveva abusato di una giovane cameriera, sua dipendente di 24 anni, decisa a non accettare le avance del capo e violentata al momento del rifiuto.

Pochi mesi fa, nel luglio 2019, i nuovi episodi di presunta violenza sessuale, sempre ai danni di due giovanissime ragazze della provincia di Pisa. Entrambe erano alla ricerca di un lavoro stabile e durante le giornate di prova presso il locale, erano state avvicinate dal titolare della pizzeria di Vicopisano.

L’uomo avrebbe chiesto sesso in cambio di un contratto di lavoro, queste le accuse delle due ragazze nei confronti del 44 enne, ritenute valide dagli inquirenti e alla base del suo arresto.

redazione.cascinanotizie